Baia del Silenzio
Baia del Silenzio
18. aprile 2010
L'isola, la Baia delle Favole, la Baia del Silenzio. Nomi che raccontano l'incanto di un posto magico, che pu? addirittura moltiplicare il fascino del mare. S?, perch? a Sestri Levante ci sono due mari: quello vivo, animato della Baia delle Favole e quello raccolto, romantico, legato agli antichi riti della pesca e ai ritmi d'altri tempi della Baia del Silenzio. Tra questi due mondi si gioca tutto il potere di seduzione di un paese di pescatori che sembra sorto dal mare quasi per un processo naturale e che ha saputo diventare un centro turistico accogliente, raffinato, con un tocco di personalit? in pi?. Percorrere le strette e ombrose strade del borgo rende ancora pi? abbagliante ed appagante affacciarsi all'improvviso nella luce pi? viva, dell'immenso azzurro del mare. E, in qualunque dei due mari spazi lo sguardo, una cosa ? certa: nessuno resta indifferente a tanta bellezza.

Un posto tanto incantevole e tranquillo ha avuto, in realt?, una storia travagliata. I Liguri Tigulli vi si insediarono stabilmente chiamandolo Segestum. Distrutto dalle invasioni barbariche, il borgo ricompare in un documento del 909 che ne conferma l'appartenenza alla basilica di S. Giovanni di Pavia. Fa parte, poi, del dominio dei Fieschi, passando in seguito sotto Genova che costruisce il castello. Nel 1172 i Fieschi la riconquistano, ma nel 1212 ? di nuovo sotto il dominio genovese. Occupata dai Visconti nel 1365, tornata alla Repubblica di Genova, ? coinvolta nella lotte tra famiglie guelfe e ghibelline. Nel 1432 deve respingere un attacco dei veneziani e subisce incursioni piratesche ancora nel 1607. Di tutto questo travaglio restano suggestive testimonianze architettoniche immerse in una pacata atmosfera piacevolmente lontana dal frastuono della storia.


 


Naturale per un posto che pu? vantare una Baia delle Favole, pensare ad un premio di letteratura per l'infanzia. E naturale ? dedicarlo a Hans Christian Andersen lo scrittore che ha battezzato cos? uno degli angoli pi? belli di Sestri Levante. Oggi il Premio Andersen ? una realt? importante, un appuntamento di livello internazionale. E attorno al premio fioriscono iniziative che fanno di Sestri Levante "la citt? dei ragazzi". Simbolo di questa vocazione e anche della sua tradizionale ospitalit?, ? la straordinaria fontana dei giardini pubblici dove il fiabesco ed il fantastico convivono con gli echi delle culture pi? lontane: dalla sirenetta, figura nordica per eccellenza, al fusto centrale dove la libertà delle forme e delle suggestioni richiama nello splendore dello smalto l'arte del lontano oriente.

Image Meta Data
Produttore fotocamera:Fujifilm
Modello fotocamera:FinePix S9600
Ora originale dello scatto:2010:04:18 21:31:22
Velocità otturatore:1/320 sec
Apertura:f/5,6
ISO:80
Compensazione esposizione:0 EV
Flash:Senza flash
Lunghezza focale:14 mm
Informazioni lente:
Città:

Non ancora giudicato
Se ti e' piaciuta qualche foto o il mio sito ti e' stato d'aiuto;se ti va contribuisci alla sua crescita!